Le sfilate autunno inverno 2020 2021

Condividi
Tempo di lettura: 2 Minuti

Balmain

Una sensualità sorprendente e intelligente. Questo il concetto da cui si è generata la collezione autunno inverno 2020 di Balmain. Olivier Rousteing ha presentato blazer e giacchini corti dalle spalle larghissime, rossi, intarsiati di nero o blu, da domatrice circense. Ma i capi che già hanno fatto incetta di like su Instagram sono quelli in latex, creati in collaborazione con Atsuko Kudo, designer giapponese con base a Londra, che ha traghettato un materiale da sempre fetish in contesti sofisticati e classy. Come l’ormai celebre tuta aderente, più giacca con guanto incorporato, color caramello. Per la sera, la luccicanza delle paillettes del sontuoso jumpsuit borgogna esibito in passerella da Helena Christensen. Splendida con l’orecchino a forma di scorpione con cristalli, imponente che ricopre tutto il perimetro dell’orecchio fino al collo.

Fendi

Pelle e shearling per Fendi, dai capispalla, alle gonne a pieghe, borse e stivali l’effetto è monocolore, verde oliva, giallo scuro, biscotto. Le giacche rileggono il chiodo, avvitandolo in vita, le tute, sempre di pelle, hanno spalle ben disegnate e in evidenza.

Versace

Per Versace spalle voluminose che enfatizzano il punto vita sottolineato dalle cinture a contrasto, come nelle giacche pied de poule e nei maglioni “scultura” a rigoni da indossare con le mini a campana e gli ankle boots con platform dai colori a contrasto.

Rick Owens

La medaglia d’oro all’accessorio più “shock” va a Rick Owens che ha creato una borsa con la forma iperrealisitca del suo volto, capelli compresi. Sfoggiata dalla moglie e musa ispiratrice Michèle Lamy all’ultima sfilata del marito a Parigi. Esperimento non nuovo per lo stilista statunitense che in passato si era già cimentato nella riproduzione della sua effigie in sculture in cera che ha adibito a complementi di arredo per le sue boutique.

Rick Owens ha declinato il suo stile ancestrale, e allo stesso tempo avanguardistico, nei look autunno-inverno 2020 da guerriera di novelle distopiche. Con le lunghe cappe-piumino, con i blouson dalle importanti spalle imbottite in pendant con i cuissardes.

Saint Laurent

Anche Anthony Vaccarello ha dimostrato una predilezione per il latex, elevandolo a materiale simbolo dell’inverno 2020 2021. Sulle passerella di Saint Laurent l’abbiamo visto risplendere in gonne a matita, abiti, leggings e top con il fiocco in una connotazione fetish chic. Come si vede dalla foto del backstage della sfilata che Kaia Gerber ha condiviso su Instagram, audace ma estremamente sofisticata insieme alla collega Mica Argañaraz.

Off-White

Cavallino a stampa mucca sul catwalk di Off-White dove oltre a una magnetica Mariacarla Boscono in un cappotto blu con profondo spacco laterale, hanno sfilato le immancabili Gigi e Bella Hadid. Che per l’occasione hanno condiviso la passerella con la loro mamma Yolanda Hadid, super top negli anni ‘80.